BREVE STORIA

L'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis è il frutto della fusione intima tra il Rito di Misraïm, o d'Egitto, risorto a Venezia nel 1801 grazie a Philalete Abraham, e rapidamente diffuso in Italia ed in Francia, ed il Rito di Memphis o Orientale fondato da Etienne Marconis nel 1839 a Parigi.
Negli archivi del Sovrano Gran Santuario Adriatico sono conservati, tra gli altri documenti, tre pergamene che ripercorrono per quanto possibile le origini e le ramificazioni dei due Riti nonché la loro fusione avvenuta grazie all'Eminente Fratello Marco Egidio Allegri, che nel 1923 divenne Gran Conservatore a vita del Rito di Memphis di Palermo, posto successivamente in sonno nel 1925, e nel 1925 divenne Potenza Suprema del Rito di Misraïm di Venezia.
Le informazioni sui due Riti sono un po' frammentarie a causa delle vicissitudini storiche subite. Entrambi, e soprattutto il Rito di Misraïm, hanno incontrato opposizioni nel corso dei tempi da parte del potere politico e delle altre obbedienze massoniche che, compenetrate dalla ventata di libertà e di democrazia portata dalla Rivoluzione Francese, mal sopportavano un rito che si dichiarava aristocratico.
Sensibilmente pregiudizievole fu la persecuzione sistematica condotta nel secolo scorso dal governo austriaco in Lombardia e nel Veneto e dagli altri governi nei diversi piccoli stati della penisola, dalla Chiesa in generale e, nel nostro secolo, dal regime fascista; altrettanto pregiudizievole fu la lotta condotta dai diversi Grandi Orienti, che hanno cercato in tutti i modi di assorbire il Rito di Misraïm. Nonostante tutto, i documenti più importanti sono stati conservati e trasmessi fino ai nostri giorni.
Da questa breve sintesi si rileva che l'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis risulta da una unione del Rito di Misraïm con il Rito di Memphis.
Prima di procedere nella storia dei due Riti uniti, che parte dal 5941, Era di Misraïm (A.D. 1945), sarà bene accennare alle vicende del Rito di Misraïm ed a quelle del Rito di Memphis fino alla detta data.


Vicende del Rito di Misraïm - Ramo Venezia
C'è in commercio un libro molto interessante dal punto di vista storico (Ed. ATANOR - Autore G. Ventura - dal titolo: "I Riti Massonici di Misraïm e Memphis").

Nella prefazione di tale libro, l'autore dice che sui Riti di Misraïm e Memphis hanno scritto, sempre superficialmente e quasi sempre altrettanto brevemente, un gran numero di scrittori massonici e antimassonici, senza mai poterli presentare, sia per la scarsità della documentazione esistente, sia per la difficoltà di reperirla e, ancor più, di ottenere l'autorizzazione a pubblicarla, sia, ancora, per altre ragioni che si possono imputare alla riservatezza a cui questi due Riti si sono sempre attenuti anche in conseguenza delle persecuzioni e spesso delle calunnie alle quali furono, e sono in parte ancora oggi sottoposti, da parte di organizzazioni massoniche più potenti (dal punto di vista del numero) e di tendenze radicali e materialiste.
Il Ventura, che essendo all'epoca in cui il libro è stato scritto il Sovrano Grande Jerophante Generale dell'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis - Sovrano Gran Santuario Adriatico ed ha così potuto liberamente consultare tutto l'archivio di questo Rito, ci dice che non è possibile stabilire la data di nascita del Rito di Misraïm ma che vi sono notizie della sua esistenza almeno dai primi anni del XVIII° secolo.
Il Rito di Misraïm, ramo veneto, appare a Venezia nel 1801 ad opera del Filalete Abraham (il barone Tassoni di Modena?) e, dopo alterne vicende, si assonna per riapparire nel 1848 con la proclamazione della Repubblica Veneta, ma si sarebbe quasi subito assonnato per riapparire nel 1865, restando in attività fino al 6 aprile 1867. Il 20 aprile 1867, la Suprema Potenza del Rito, riunitasi a Venezia, promulgava il seguente documento, conservato nell'archivio del Sovrano Gran Santuario Adriatico:

Gloria a l'Onnipotente
E M E T
Rispetto all'Ordine
SUPREMA POTENZA

Dall'Oriente del Supremo Gran Consiglio Generale dei Sovrani Gran Maestri Assoluti dell'Ordine di Misraïm e delle sue quattro serie, 90° e ultimo grado, sedente nella Valle della Laguna Veneta sotto il punto fisso della Stella polare a 45° 26'02' N. 12° 20'33' E., il 20° giorno del IV mese dell'anno V.L. 5863.

a tutti i massoni regolari
SALUTO su tutti i punti del triangolo


Vi rendiamo noto che il Supremo Gran Consiglio Generale del 90° e ultimo grado del Rito di Misraïm, Potenza Suprema per l'Italia e Universale, ha deciso nella sua assemblea generale e straordinaria del 19° giorno del IV mese dell'anno V.L. 5863 (A.D. 1867) di porre in sonno, in Italia, il Rito nelle sue 4 serie e nelle sole prime 16 Classi e 86 gradi, e ciò fino a quando il risveglio di dette Classi e gradi sarà ritenuto necessario o opportuno dalla Suprema Potenza e, per essa, dal suo Supremo Gran Conservatore. È per questo costituito un triangolo di tre Gran Conservatori nelle persone dei sublimi fratelli Giuseppe Darresio 90°, Antonio Zecchin 90° e Luigi Della Migna 90°, affinché provvedano, quando sarà il momento opportuno, a passare i supremi poteri conservatori dell'Ordine e del Rito a quel fratello che riterranno più degno perciossiacosaché la continuità della trasmissione dei poteri sia mantenuta AB AETERNUM. In virtù di queste decisioni il Supremo Gran Consiglio dei Sovrani Gran Maestri Assoluti del 90° e ultimo grado del Rito di Misraïm (seu Aegypti) dà ai predetti Ill.mi e Pot.mi fratelli Giuseppe Darresio, Antonio Zecchin e Luigi della Migna i pieni poteri per la nomina del Supremo Gran Conservatore dell'Ordine e del Rito.


Dato nella Valle della Laguna Veneta il XX giorno del IV mese dell'Anno 5863 di Misraïm.

Il Supremo Gran Conservatore
- Giovanni Pallesi d'Altamura 33.66.90
- Giuseppe Darresio 33.66.90 Locus
- Antonio Zecchin 33.66.90 sigilli (in ceralacca)
- Luigi della Migna M.T. 33.66.90

Il documento porta sul suo retro le firme dei Supremi Gran Conservatori succedutisi negli anni che vanno dal 1867 a tutt'oggi.
Con atto che si riporta di seguito, il primo giorno del mese di Phemenot dell'anno di Vera Luce 5941, l'allora Supremo Gran Conservatore Marco Egidio Allegri 90° procedeva al risveglio: 'Nell'anno 1867 di Era volgare l'Ordine del Tempio, lingua italica, ponendo in sonno la Suprema Potenza del Rito Egiziano sedente a Venezia, costituiva i tre Gran Conservatori del Rito stesso nelle persone dei Sublimi fratelli Giuseppe Darresio 90°, Antonio Zecchin 90° e Luigi della Migna 90°. Da questi i poteri erano passati al Pot.mo Supr. Gran Conservatore Alberto Francis 90° il quale, a sua volta, li passava al Sub. Luigi BO'.. 90°. Da questi i poteri erano passati al Pot.mo Marco Egidio Al'.. promosso a vista Gran Conservatore 90°.
In conformità a tali prerogative, avvalendosi dei poteri di cui agli articoli 14 e 15 degli Statuti (Titolo III, Sezione 1), il primo giorno del mese di Phemenot dell'anno di V.L. 5941 Noi Marco Egidio Allegri 33° del Rito Scozzese, 33.95 del Rito di Memphis, Gran Maestro a vita dell'Ordine di Misraïm e Supremo suo Gran Conservatore, abbiamo deciso il suo risveglio e l'erezione del Sovrano Consiglio Generale del 90° e ultimo grado, Potenza Suprema dell'Ordine e del Rito, stabilendone l'unione al Rito di Memphis e chiamando i seguenti Chiarissimi e distinti fratelli a farne parte:... (seguono i nomi di undici persone)».


Vicende del Rito di Memphis in Egitto e a Palermo
• 1839 - Il Rito di Memphis appare a Parigi a cura del Grande JerophanteEtienne Marconis de Negre in 92 gradi.
• 1856 - Costituzione ad Alessandria di un Sublime Consiglio dell'Ordine sotto la denominazione di Grande Oriente d'Egitto. La Carta stabilita da Marconis dà tutti i poteri per costituire un Sovr\Sant\. Il Gran Maestro ne è il marchese Joseph de Beauregard.
• 1862 - Il Il Rito é assorbito dal Grande Oriente di Francia, che riduce i gradi fino a 33.
• 1867 - Creazione, in piena legittimità, sotto la Grande Maestria del Principe Halim Pascià di un Sovr\Sant\ e Supremo Governo dell'Ordine di Memphis. Il Sovr\Sant\ francese si era dissolto.
• 1868 - Morte di Marconis.
• 1869 - Messa in sonno del Rito in Egitto dopo la condanna all’esilio del Gran Maestro.
• 1870 - Risveglio del G\O\ d'Egitto da parte di S. A. Zola.
• 1874 - (11 gennaio) Zola è elevato al titolo di Gran Jerofante al posto di Marconis.
• 1876 - Fondazione di una Grande Loggia Simbolica, la Grande Loggia Nazionale d'Egitto. Il 25 ottobre, Zola conferisce i 95° e 96° gradi a Giuseppe Garibaldi e lo nomina Gran-Maestro d'onore ad vitam del Sovr\Sant\d'Egitto. Il Grande Oriente di Palermo, che voleva assicurare la continuità del Rito, concede una patente al Grande Oriente d'Egitto confermante quella accordata nel 1856 da Marconis. Il 15 novembre, il G\O\ d'Egitto rilascia a Salvatore Sottile, Gran Maestro a Palermo, una carta costitutiva di un Sovrano Consiglio Generale amministrativo dell'Ordine di Memphis per l'Italia e la valle di Palermo.
• 1877 - La Grande Loggia Nazionale d'Egitto diventa indipendente, ma lascia al G\O\ d'Egitto l'amministrazione dei gradi simbolici del Rito di Memphis.
• 1880- Posa in sonno del Sovr\Sant\d'Egitto; i lavori proseguono tuttavia nel Grande Tempio Mistico.
• 1881- Giuseppe Garibaldi viene proclamato da Gianbattista Pessina Grande Jerophante del suo Memphis Riformato e del suo Misraim Riformato.Alla proclamazione partecipano i Santuari degli Stati Uniti, dell’Inghilterra ed Irlanda, e della Romania, oltre quelli del Pessina.Il Grande Oriente d’Egitto contesta la legittimità di questa Proclamazione che riconosce soltanto a Zola.
• 1883 - Il Grande Jerophante Zola si dimette e nomina Ferdinando Francesco delli Oddi come successore.
• 1890 - (15 giugno)- Salvatore Sottile risveglia il Rito di Memphis a Palermo e diventa Gran-Maestro del Sovrano Santuario per l'Italia. Gli succederanno, nel 1900 Salvatore Mortorana, nel 1901 Paolo Figlia, nel 1903 Benedetto Trigona, nel 1921 Reginald Gambier Mac Bean.
• 1900 - (30 maggio) - Delli Oddi è riconosciuto Gran Gerofante dai Sovr\Sant\ degli Stati Uniti, dell'Inghilterra ed Irlanda, della Romania, dell'Italia, della Spagna e d'Egitto.
• 1906 - Il Rito è posto in sonno.
• 1921 - Risveglio del Rito di Memphis a Palermo attraverso i tre Patriarchi Giuseppe Sullirao, Giovanni Sottile e Gambier Mac Bean. Mac Bean diventa Gran Maestro Generale per l'Italia e sue dipendenze.
• 1923 - (23 settembre) - Mac Bean dà i pieni poteri attraverso una patente a Marco Egidio Allegri per 'l'instaurazione attuale e nei tempi a venire degli organismi massonici che le difficili contingenze permetteranno sulle terre di Venezia e di Lombardia.


Fondazione e vicende dell'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis Sovrano Gran Santuario Adriatico
Come abbiamo detto sopra, il 23 settembre 1923 E\V\, il Pot.mo\ F\ Marco Egidio Allegri, 33.95, Conservatore ad vitam, veniva incaricato, con patente del Rito di Memphis - Sovrano Santuario di Palermo, firmata dal Sov\Gr\ Maestro Generale Rg. Mc Bean 33.96, del Gran Segretario gen. Tom Virzi 33.95 e del Gran Cancelliere gen. F. Benintende 33.95, alla 'instaurazione attuale e nel tempo avvenire di quei Corpi massonici che le difficili contingenze consentiranno nella lingua del Veneto e della Lombardia'.
Nel 1925 il Pot.mo\F\ Marco Egidio Allegri, 90° del Rito di Misraïm, diviene Potenza Suprema dello stesso Rito, di cui i primi 86 gradi erano in sonno. Non potendo risvegliare i gradi che erano in sonno a causa della legge fascista che proibiva in Italia la Massoneria, ed essendosi in quell'anno messo in sonno anche il Rito di Memphis - ramo Palermo -, il Pot.mo\F\ M.E. Allegri iniziò il suo lavoro per l'unificazione dei due Riti in uno, in attesa di tempi più favorevoli per l'attivazione.
È necessario precisare, a questo punto, per una completa comprensione della Storia e delle situazioni, che la gran parte degli aderenti ai due Riti nel Veneto erano anche membri dell'Ordine Martinista nei gruppi "Il Veneziano", "Poseidonia", "Saint-Martin". Di questi, il Gruppo "Il Veneziano" ed il Gruppo "Poseidonia" della collina di Venezia, non hanno mai chiuso i lavori durante il regime fascista. Come è noto l'O.M. non ha bisogno di templi particolari nei quali riunirsi e le riunioni sono valide anche se i partecipanti sono soltanto due elementi per volta. I vertici dei gruppi martinisti in Venezia erano in particolare Flamelicus (M.E. Allegri) e Artephius (O.U. Zasio). Per tale motivo noi diciamo che i Riti di Misraïm e di Memphis, ramo Venezia, sono stati conservati dai Martinisti Veneti.
Il 16 maggio 1945, subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, Marco Egidio Allegri, faceva uso dei suoi poteri di Potenza Suprema del 90° del Rito di Misraïm e di Gran Conservatore ad vitam del Rito di Memphis e riuniva i due Riti in uno solo, dando vita all'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis e fondava il Sovrano Gran Santuario Adriatico dei Grandi Conservatori dell'Ordine e del Rito 33° 90° 95°, con giurisdizione sui due emisferi, del quale Egli diveniva Imperatore dei Principi Patriarchi di Memphis e Sovrano Grande Jerophante Generale - Sovrano Gran Maestro 33°90°97°. Fondava, quindi, il Sovrano Tempio Mistico dei Patriarchi Principi di Memphis 32° 90° 94°, il sublime Concistoro dei gradi 30° 90° 'Nephertum', il Capitolo R+C degli Orphei e stabiliva, inoltre, a perpetuità la Venerabilissima Loggia Madre e Maestra 'Osiride', ponendo il Rito allo Zenit di Venezia per confermarne la provenienza ed assicurarne in avvenire la continuità.
Il 14 ottobre 1949 l'Eminente Fratello Marco Egidio Allegri passava alla Grande Piramide Eterna nominando con testamento olografo suo successore il Pot.mo\F\ Conte Ottavio Ulderico Zasio, il quale per diversi motivi, non escluso quello di una temporanea grande difficoltà organizzativa, decretò la sospensione dei lavori nelle camere della Sezione massonica dal 1\ al 18° 30° e lasciando attive le camere superiori del Rito dal 30° 90° al 33° 90° 95° e la Venerabile Loggia Madre e Maestra 'Osiride'.
Il Conte Ottavio Ulderico Zasio, persona molto colta, gentiluomo e spirito profondamente iniziato, preparò il risveglio di tutte le camere del Rito, organizzando un cenacolo di poche persone nelle quali trasfuse il suo sapere, la sua sensibilità iniziatica ed il più puro desiderio di conoscenza. Il Conte Ottavio Ulderico Zasio passò alla Grande Piramide Eterna il 5 maggio 1966 lasciando la successione testamentaria a favore del Conte Gastone Ventura.
In data 1° febbraio 1967 il Pot.mo\ F\ Gastone Ventura affidò al F\ Francesco Brunelli, all'epoca 33° 90° 95°, una patente per costituire, limitatamente alla Valle del Tevere, un Sublime Concistoro dei gradi 30° 90° da intestare a Giuseppe Garibaldi. Contemporaneamente nella Valle del Piave era attivo il Sublime Concistoro del 30° 90° 'Nephertum'. A questo punto è necessario precisare che il Pot.mo\ F\ Gastone Ventura (Aldebaran), così come a suo tempo il Pot.mo\ F\ M. E. Allegri (Flamelicus) e il Pot.mo\ F\ O. U. Zasio (Artephius), ricopriva anche la carica di Sovrano Gran Maestro dell'Ordine Martinista. Anche il F\ Francesco Brunelli (Nebo) era martinista ed era stato nominato dal Ventura Gran Maestro aggiunto dell'O.M.
Nel 1970 il Brunelli, persona colta ed irrequieta, ammiratore e seguace di R. Ambelain, famoso scrittore francese di esoterismo massonico e martinista, che egli considerava "suo Maestro" e che, fra l'altro era Gran Maestro Generale di un Ordine denominato 'Antico e Primitivo Rito di Memphis-Misraïm, proveniente dalla linea Pessina-Yarker-Reuss-Papus-Teder-Bricaud-Ambelain, preparò, verosimilmente per ambizione, o forse su suggerimento di Ambelain, contro il F\ Gastone Ventura un complotto che sfociò nel 1971 in una ribellione aperta che comportò la sua uscita dalla catena Martinista e dalla catena dell'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis. Dopo la sua uscita dai due Ordini, il Brunelli fondò l'Ordine Martinista Antico e Tradizionale e, con patente del "suo Maestro" Ambelain, l'Antico e Primitivo Rito di Memphis-Misraïm - Gran Santuario Italiano - aderente e subordinato al Sovrano Santuario Internazionale di Parigi (attualmente tale Rito appartiene alla Camera dei Riti del Grande Oriente d'Italia).
Consumatasi la ribellione del Brunelli, in data 28 novembre 1971 il Pot.mo\ F\ Gastone Ventura riunì nel Tempio della Piramide di Bologna il Sovrano Gran Santuario Adriatico e proclamò il risveglio effettivo dell'Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraïm e Memphis in tutti i suoi gradi e templi. Più volte chiese al Brunelli la restituzione della patente per la costituzione del Concistoro regionale nella Valle del Tevere, che non fu mai, peraltro, costituito. Il Brunelli non restituì mai la patente per cui il Ventura, la sbarrò di sua mano in data 30 novembre 1971 nell'apposito foglio del Libro d'Oro.
In data 28 luglio 1981 il Grande Fratello Gastone Ventura è passato alla Grande Piramide Eterna lasciando la successione testamentaria della Grande Jerophania e della Gran Maestranza al Pot.mo\ F\ Sebastiano Caracciolo.
In data 4 aprile 2013 il Pot.Mo Fratello Sebastiano Caracciolo è passato alla Grande Piramide Eterna lasciando la successione testamentaria olografa della Grande Jerophania e della Gran Maestranza al Pot.Mo Fratello Roberto Randellini.


Misraimmemphis.org - Tutti i diritti riservati © - Vietata le riproduzione di testi ed immagini senza autorizzazione scritta - C.F. RNDRRT61H12A944P
Email: info@misraimmemphis.org - Informativa sulla privacy - Informativa di navigazione

Utilizzando il nostro sito web acconsenti all'utilizzo dei cookie e di cookie di terzi. E' possibile prendere visione da questo LINK (file PDF) sulle modalita' di gestione degli stessi.OK